martedì 18 giugno 2013

Via Pontano

In via Giovanni Pontano (Umanista di Cerreto, vedi chi sono i cerretani) ci sono poche case, in questa strada lunga circa 600 metri c'è però un lungo muro che sostiene i binari della ferrovia (rilevati ferroviari) che porta i treni fuori dalla città. Questo stesso muro è diventato dal 1986 una grande parete molto conosciuta dove fanno bella mostra molte opere degli artisti di strada che operano a Milano. Non ha molto senso passare da questa via se non per visionare i graffiti poiché non c'è nemmeno la possibilità d'attraversala in macchina, essendo l'ultimo tratto soltanto pedonale. Ho percorso questo lungo corridoio che unisce viale Monza a viale Padova guardandomi un po' in giro sperando di  vedere dipinti molto vecchi, ma ho costatato che ormai esiste una stratificazione che copre graffiti molto belli e anche quei pochi soggetti che hanno resistito alle bombolette dei writers più giovani sono stati intaccati dagli scarichi dei canali di scolo del cavalcavia.





Il punto della geo localizzazione è riferito a dove sta transitando la donna nella fotografia soprastante: N 45° 29'49.912" E 9°13'24.895"






















Via Pontano è stata dipinta per la prima volta nel 1987. 
Qui si dipinge liberamente ma: rispettate i pezzi altrui,
tenete pulito e soprattutto... non rompete il c....















































2 commenti:

  1. Volevo chiederti se nella prima foto che hai postato avresti un immagine più espansa del pezzo, mi interesserebbe vedere chi l'ha disegnato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questa pagina devo ancora lavorarci, spero che qualcuno mi aiuti a commentare queste fotografie ed ad attribuirne gli autori, perché io purtroppo non conosco tutti e mi piacerebbe che ci fosse un maggior dibattito su queste pagine.

      Elimina