sabato 31 ottobre 2015

La croce a otto punte di Ron Hubbard

Siamo perennemente immersi nei simboli, ce ne sono d'ogni tipo, ovunque ci giriamo ne vediamo talmente tanti che quasi non ci facciamo più caso, ma la nostra mente recepisce questi segni molto bene e molto più velocemente di qualsiasi altra immagine o parola scritta.
La croce ad otto punte è la croce maltese, ma in questo caso Ron Hubbard ha sviluppato un nuovo tipo di croce ad otto punte che fonde insieme la stella a 4 punte della Nato e la Croce latina. Ciò significa che la nuova religione si poggia su conoscenze molto antiche, prendendo in parte tradizioni cristiane, strumenti e metodi dei templari ed il potere del Patto Atlantico, cosa che potrebbe significare che anche la CIA ha un suo ruolo all'interno di questa neo-religione americana.


La stella a quattro punte inglobata al centro di una croce latina viene recentemente utilizzata da Scientology molto più diffusamente del suo simbolo originario: i due triangoli sormontati da una S poiché la croce è un simbolo potentissimo.

Scientology esprime come significato di queste otto punte le otto dinamiche verso le quali tende l'essere umano, anche qui rifacendosi ad 8 significati, come 8 significati diversi aveva la croce maltese gli adepti di questo ordine di cavalieri.
La parte centrale della croce è anche assimilabile ad una stella ad otto punte, stella che è un simbolo che rappresenta il caos, infatti questa stella è anche chiamata: "Simbolo del Caos".
Il simbolo del Caos ha origine dalle storie di Michael Moorcock. In esse questo simbolo include otto frecce in un modello radiale. Il suo opposto è il simbolo della Legge, rappresentato da una singola freccia dritta.
Citando un sito di magia (antrodellamagia.forumfree.it), possiamo dire quanto segue:
"I praticanti della Magia del Caos tendono ad essere fuori da ogni categoria di persona. Per essi le visioni del mondo , le credenze, le opinioni, le abitudini e perfino le differenti personalità sono strumenti che possono essere scelti e cambiati in modo arbitrario allo scopo di manipolare e capire il mondo che essi vedono e si creano intorno. I chaos magician sono spesso descritti come divertenti, estremi o molto individualisti. Si considerano eccezionalmente tolleranti, rimarcando il fatto che qualsiasi opinione, anche contrastante, è comunque modificabile"
Capire la simbologia è un modo rapido e infallibile per capire i contenuti e la filosofia proposti da chi utilizza questi segni.
Magari, in un'altra occasione, analizzerò il simbolo della croce cristiana, il cui significato culturale dovrebbe già essere chiaro a tutti gli abitanti del mondo occidentale, ma che ha anche una componente grafica e magica molto efficace. TG


Scientology, la scienza del sapere, ovvero la Gnosi moderna che attinge ad ogni forma di conoscenza esoterica per utilizzare queste informazioni a proprio favore, per il controllo mentale delle masse.
In questo simbolo il font utilizzato richiama un carattere serpentiforme di tipo egizio (o sviluppata dalle geometrie dell'alfabeto enochiano?), allo stesso modo in cui i due triangoli potrebbero fare riferimento a due piramidi orientate verso la stessa direzione  e parzialmente sovrapposta l'una, all'altra come ad indicare che la piramide della nuova religione poggia sulle basi dell'antica religione. Stessa operazione effettuata anche per il richiamo alla croce cristiana ed alla croce maltese.

Il simbolo ed il marchio d'impresa registrato con la denominazione originale della chiesa di Scientology: Dianetics (1950)

Questo marchio di Scientology esprime un significato molto chiaro e facilmente comprensibile da chiunque: si tratta della piramide sociale che la religione di Ron Hubbard promette di scalare ai propri adepti.
Per i "dianetici" il potere ed il denaro hanno una grande importanza e fanno parte degli obiettivi da perseguire in questo mondo.

La nuova sfarzosa sede della religione di Scientology, inaugurata oggi, giorno di Halloween, a Milano, in via Fulvio Testi


5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. che edificio orrendo...scientology non la definirei una neo religione, ma piuttosto una neo setta di invasati, con derive e aspetti piuttosto inquietanti,tipo in quanto definita "religione totalitaria"come certi regimi, regime del lavaggio della mente di gente ignorante, o semplicemente connotati di un organizzazione finalizzata alla truffa.Per altro ho appena letto che il Parlamento Europeo lì ha dichiarati diverse volte una setta...e questa gentaglia a Milano tira su pure un casermone di queste dimensioni... Spero che Tony Graffio non nutra simpatia per certi ambienti;(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi rendo conto che, a volte, nel mio blog affronto temi non semplicissimi per chi non ha un minimo di preparazione esoterica, ad ogni modo, cara Emanuela sappia che Tony Graffio principalmente documenta ciò che tutti possono vedere, secondariamente analizza ed interpreta i simboli che fanno parte del nostro mondo e della nostra storia, mostrandone il loro significato nascosto (ovvero ciò che non tutti riescono a vedere). Chi ha orecchie per sentire e occhi per vedere, intenda ciò che c'è da intendere.
      In quanto all'edificio al quale lei fa riferimento, non è stato costruito da Scientology, ma dalla Philips. Probabilmente, questo palazzo di quasi 10'000 mq, se non fosse stato riutilizzato da qualcuno avrebbe finito per cadere in rovina.
      Utilizzando la parola setta, in contrapposizione alla parola religione, lei ha sollevato una questione molto importante ed interessante che mi riservo di trattare in futuro, esprimendo un mio parere in proposito. Sempre che questo discorso possa essere utile ad aprire un dialogo su questi argomenti che tendono ad avere una grande influenza sulle menti delle masse.

      Elimina
  3. Carissimo Tony Graffio lei è sempre molto diplomatico...non mi conosce pertanto le premetto che su questo argomento potrei aprire una feroce discussione polemica. Lei non sa se io abbia o meno conoscenze esoteriche, ma forse non si riferiva a me nè al mio commento, solo ha preso spunto per specificare la sua posizione. Ad ogni modo sono interessata all'esoterismo ma solo alle forme diciamo di esoterismo "bianco" non certo a quello nero che appoggia e sprofonda nell'occulto e nel maligno. In ogni caso sono solo curisità...preferisco godermi le forme spirituali legate alla razionalità e al presente, al corpo vivo,forme legate alla luce e al calore della vita.La morte mi interessa forse solo nella dimensione che riguarda la reincarnazione...ma in tal caso meglio rinascere sotto forma di qualche animale libero, magari non di quelli che vengono serviti in tavola...ma qui vado fuori tema.Attendo gli approfondimenti sull'argomento, a presto, saluti ps i simboli mi interessano molto...forse non tanto le croci,prese a prestito da tutte le religoni o sette che siano, dalle quali sto alla larga da molto tempo,in tutte le loro forme mirano solo alla manipolazione delle idee e delle menti, e in questi concordiamo

    RispondiElimina
  4. Tony Graffio, per definizione, non è mai diplomatico, ma graffiante, legga anche le altre pagine e gli argomenti del mio blog e capirà cosa intendo dire. La ringrazio molto per aver partecipato ai commenti di: Le croci a otto punte di R. Hubbard e per continuare a leggere gli articoli scritti, oltre che da Tony Graffio, da tutti coloro che approfittano della popolarità di Frammenti di Cultura per esprimere qua i loro interessi e le loro opinioni sul mondo dell'arte, della fotografia e della società attuale.

    RispondiElimina