sabato 9 novembre 2013

Vendesi idee

Questo annuncio è veramente stupendo, riporto il testo in forma scritta perché merita più attenzione: 

"Vendesi idee 
Solo artisti famosi
Astenersi perditempo
Rivolgersi Carmelo La Gaipa Tel. 3470479913"

Già tre anni fa, questo cartello aveva attirato la mia attenzione, non capendo se si trattasse di uno scherzo, di arte di strada, o di una proposta seria, pensai di chiamare telefonicamente il Signor La Gaipa che mi spiegò che questa era la sua strategia commerciale e che egli avesse effettivamente delle ottime idee da mettere in vendita. 
Carmelo, naturalmente, prima d'illustrarmi i suoi propositi, volle avere delucidazioni sulla mia posizione ed essere sicuro che fossi io a non prenderlo in giro. Fortunatamente fui in grado di rassicurarlo, se non proprio sulla mia fama, sulle mie competenze professionali, così chiacchierammo per qualche minuto, ma più parlavamo più aumentavano le mie perplessità sulle sue effettive capacità di vendermi qualcosa che a me potesse risultare in qualche modo utile. Pensai così di cercare altre informazioni su di lui, prima di affidarmi alla sua consulenza. Venni a sapere che molti artisti famosi avevano preso spunto dalle idee di questo artista, relativamente meno conosciuto, per realizzare opere di grande successo e di notevole guadagno. Da quanto ho capito io, sembra che anche Maurizio Cattelan abbia visto le opere del La Gaipa e le abbia riprodotte reinterpretandole a suo modo. 
Insomma, il La Gaipa, stanco di vedersi defraudare del suo ingegno da parte di artisti più noti aveva deciso di mettersi direttamente alle loro dipendenze offrendo apertamente idee in cambio di denaro, anziché mostrare pubblicamente la sua arte per poi vedersi "soffiare" il contenuto delle opere.
Mi è capitato di vedere alcune opere di La Gaipa ed effettivamente sono stato colpito per la loro semplicità ed al tempo stesso per la loro originalità. Cose che abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni viste con occhi quasi infantili. Essere capaci di provare sorpresa di fronte alle piccole cose che ci circondano è un'aspetto fondamentale dell'artista che non crea la materia, né genera l'inconoscibile, ma interpreta il mondo in cui vive.
Le altre cose che mi hanno colpito di questa storia sono che il cartello su questa scatola è sempre lì, nessuno lo tocca o lo elimina, anche se una certa Anna, probabilmente ispirandosi all'idea di Carmelo, ha aggiunto un suo piccolo annuncio economico per trovarsi un'occupazione remunerativa. L'altro fatto è che "Google Maps" ha cancellato il cartello da "Street View".
Secondo me, questo cartello è comunque da considerarsi un'opera di street-art, osservandolo bene si può notare anche un timbro, sempre di La Gaipa, che ne certifica l'autenticità. So, sia perché le avevo viste, sia perché mi era stato detto dall'artista che le aveva prodotte, che c'erano in circolazione altre opere simili a questa, in numero limitato, penso però che questa di via Lepontina sia l'ultima rimasta e per questo motivo il suo valore può essersi accresciuto nel tempo. Spero con questa mia pagina di contribuire alla fama ed alla fortuna di un artista che meriterebbe maggior considerazione.

Solo per artisti famosi

Luogo: via Lepontina 17, all'angolo di via Carlo Farini
Geo appunto: N 45°29'35.449" E 9°11'5.882"
Fotocamera: JVC GC FN1

3 commenti:

  1. Ciao Tony, Sono Carmelo La Gaipa, prima di tutto ti ringrazio per la pubblicazione del mio lavoro " VENDESI IDEE " . Vorrei spiegare il motivo che più di ogni altro, mi ha indotto a mettere in essere tale progetto: Nel settembre 2006 leggo che l'artista Vanessa Beecroft, nota ai più per i suoi set fotografici affollati di donne nude, espone invece " VBSOUTHSUDAN " nella galleria Lia Rumma, allora in via Solferino 44. Fin qui tutto normale, ognuno ha il diritto di dare una svolta alla sua arte, sopratutto quando quest'ultima comincia ad essere ripetitiva..e stancante.. In realtà nella primavera del 2006, quindi sei mesi prima della mostra, allo scopo di promuovere il mio lavoro, consegnai varie foto di miei quadri e sculture alla ragazza della ricezione da Lia Rumma, gallerista di Vanessa Beecroft. Fra tutti i lavori c'era anche " Darfur guerra in-civile " tale quadro non è mai passato inosservato, ha sempre suscitato critiche, paura , sopratutto fra le donne.. la mostra della Beecroft, riprendeva tutte le idee originali contenute nel mio quadro...esposi il " Darfur guerra in - civile " già a gennaio - febbraio, nello spazio arte del "centrosarca", un Ipercoop del nordmilano.. Ho scritto alla galleria, chiedendo spiegazioni anche tramite un amico avvocato.. Per chi volesse vedere il quadro, è pubblicato su Flickr - Carmelo La Gaipa - a pagina 11

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmelo, mi fa piacere che tu abbia dato il tuo contributo personale con un intervento su questo blog. Quando avrai qualche nuova esposizione in programma fammelo sapere e cercherò d'essere presente, saluti, Tony Graffio

      Elimina
    2. Ok. A presto , Carmelo

      Elimina